LVNG

Ponte Fago

La proposta progettuale massimizza l'uso degli interventi di ingegneria naturalistica in corso, sfruttando il ponte come opportunità per alleviare i flussi e ridurre il carico sulla parte più antica dell'abitato. Il ponte si configura come una cornice che si estende dall'abitato verso la campagna, integrando tutte le funzioni necessarie: passaggio, sosta, osservazione.
Questo approccio risolve le esigenze in modo completo, minimizzando l'impatto sull'abitato e sulla natura circostante. La forma iconica, quasi letterale, enfatizzata dal colore che richiama il fiore di ginestra, si adatta alle variazioni di quota, gestendo il raccordo internamente senza richiedere ulteriori opere di gestione del suolo. I percorsi pedonali, protetti dalla struttura stessa del ponte, guidano lo sguardo verso un paesaggio che diventa protagonista della progettazione, coinvolgendo gli utenti in un'esperienza percettiva e sensoriale unica.